ALEX PINNA

2f71-97i2--disegni-pavimento-.jpg

ALEX PINNA NASCE A IMPERIA E FREQUENTA I CORSI DI PITTURA DELL’ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRERA. DAL 1993 ESPONE IN MOSTRE PERSONALI E COLLETTIVE DI SUCCESSO IN TUTTA ITALIA. TRA LE ULTIME SI RICORDANO LA MOSTRA ‘TI GUARDO, MI GUARDO’ ALLESTITA PRESSO LE SALE DELLA FONDAZIONE MIMMO ROTELLA A CATANZARO, ‘THE WAY TO GET LOST’ SOLO SHOW PRESSO ARTE FIERA BOLOGNA E LA MOSTRA ‘ESTATE ITALIANA’ PRESSO IL MOAH A LANCASTER IN CALIFORNIA, STATI UNITI.

ALL’ESTERO IL SUO LAVORO E’ STATO PRESENTATO A SHANGHAI, TEL AVIV, LONDRA, NEW YORK, LOS ANGELES, COLONIA E LUGANO. E’ DOCENTE INCARICATO DELLA CATTEDRA DI SCULTURA PRESSO L’ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI CATANZARO. VIVE E LAVORA A MILANO.

CARATTERIZZATI DAL FISICO ESILE E DALLE GAMBE LUNGHISSIME, I PERSONAGGI PROTAGONISTI DEI LAVORI DI PINNA SONO SENZ’ALTRO FIGLI DELLA POETICA DI GIACOMETTI, ALLEGGERITA PERO’ DALLA SUA CUPA DRAMMATICITA’ PER ACQUISIRE UNA SORTA DI MALINCONICO SORRISO, UNO SGUARDO TRA L’INGENUO E IL DISINCANTATO SULLA REALTA’. INNAMORATO DEI FUMETTI E DI TUTTI I LINGUAGGI CAPACI DI PARLARE IMMEDIATAMENTE AL CUORE DELLA GENTE, L’ARTISTA RIESCE NELLA DIFFICILE IMPRESA DI COMUNICARE EMOZIONI, SENTIMENTI, TRATTI PSICOLOGICI SENZA IL BISOGNO DELLE ESPRESSIONI DEL VOLTO (I VISI DEI SUOI PERSONAGGI SONO RISOLTI IN POCHI TRATTI: LA FRONTE E LA LINEA NEL NASO) MA CON IL SOLO INCURVARSI PENSOSO DI UNA SCHIENA, O CON L’INCLINARSI DEL CORPO IN PRECARIE SITUAZIONI DI DISEQUILIBRIO, LASCIANDO NELLO SPETTATORE UN SOTTILE SENSO DI INSTABILITA’ ESISTENZIALE.

massimiliano panseca